Il progetto Minerva è finanziato a valere sull'Azione 1 del Programma annuale F.E.I. 2012- Fondo europeo per l’integrazione di cittadini di Paesi terzi, dall’Unione Europea e dal Ministero dell’Interno. Ha l’obiettivo di migliorare la conoscenza della lingua italiana da parte dei migranti e facilitare l’accesso ai test di lingua previsti dal Decreto del 4 giugno 2010, per ottenere il rilascio del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo e dall’accordo di integrazione; affronta anche temi di educazione civica e sanitaria. Si svolge nell’arco di 8 mesi, a favore di 60 migranti regolarmente soggiornanti, divisi in 4 gruppi di 15 persone ciascuno, a seconda del grado di conoscenza della lingua italiana, verificata attraverso test d’ingresso.  I docenti e i tutor sono mediatori esperti, anche migranti. Per lo svolgimento dei corsi ci si avvarrà di “quaderni” didattici opportunamente realizzati, che saranno visionabili anche sul web. I “quaderni” sono pensati in modo che ogni partecipante ai corsi, possa verificare la comprensione e fare riferimento al proprio Paese di provenienza, in ambito linguistico, legislativo e sanitario; contengono un glossario che semplifica alcuni concetti particolarmente complessi; sono tutti in lingua italiana salvo il “quaderno” sulla prevenzione che dall’italiano è tradotto in inglese, francese, arabo, cinese e rumeno. Partecipano al progetto, in qualità di volontari, alcuni migranti che assicurano un servizio di baby sitting per chi ha problemi di cura dei bambini, durante lo svolgimento dei corsi. 

Il test sulla conoscenza della lingua italiana è previsto per l’ottenimento del   permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo e va sostenuto dallo straniero, titolare di permesso di soggiorno da 5 anni, che abbia compiuto 14 anni. La prova per il  test si richiede, tramite la Prefettura competente per residenza, al sito http://testitaliano.interno.it; il migrante viene convocato per posta entro 60 giorni dalla richiesta, per lo svolgimento della prova: nella lettera sono indicati luogo, giorno e ora del test; il giorno della prova il migrante deve portare con sé la lettera di convocazione e un documento di riconoscimento. Il test si basa sulla comprensione di brevi testi, frasi ed espressioni di uso comune secondo il livello A2 del QCER (Quadro Comune Europeo di Riferimento per la conoscenza delle lingue). Il contenuto delle prove, la durata e i criteri di assegnazione del punteggio sono uguali, su tutto il territorio nazionale e, per superare il test il candidato deve ottenere l’80% del punteggio complessivo; il superamento del test non prevede il rilasciato di attestato. In caso di esito negativo il test va ripetuto, con la stessa procedura. Non deve sostenere la prova  chi attesta e certifica la conoscenza della lingua italiana ad un livello A2 del QCER, chi sia in possesso di un diploma di scuola media secondaria e superiore, chi sia entrato in Italia ai sensi dell’art. 27 comma 1 lettera a,c,d,e,q del Testo Unico sulla immigrazione e chi, affetto da gravi limitazioni all’apprendimento linguistico, esibisce un attestato, rilasciato da una struttura sanitaria pubblica.

Per l’accordo di integrazione, in mancanza di attestazione della conoscenza della lingua italiana L2, si potrà sostenere l’esame presso un C.T.P. (Centro Territoriale Permanente per l’educazione e la formazione in età adulta).


Contenuti dei corsi

Lingua italiana

prevedono lo studio di Alfabeto, vocali e consonanti, pronuncia e ortografia; nomi comuni e propri; genere dei nomi; articolo determinativo e indeterminativo; aggettivi; verbi:presente indicativo delle 3 coniugazioni; presente indicativo dei verbi essere/avere e dei verbi modali; presente indicativo dei principali verbi irregolari; presente indicativo dei verbi riflessivi; passato prossimo; imperfetto; futuro semplice; pronomi personali, diretti e indiretti e combinati, dimostrativi e numerali; avverbi di tempo e quantità. Lessico: presentazioni, nazionalità, famiglia, casa, stagioni, mesi giorni, viaggi,lavoro, tempo libero. Espressione orale: salutare, presentarsi, parlare al telefono, chiedere e dare informazioni, indicare l’ora, descrivere oggetti. Comprendere i testi: lettura, comprensione testo, dettato, estrarre le informazioni principali. La scrittura: descrivere situazioni riguardanti oggetti e persone; raccontare al presente, al passato e al futuro; esprimere le proprie opinioni personali. Conoscere i documenti: disegnare il profilo in base ai documenti in proprio possesso, analizzare carta d’identità, permesso di soggiorno, patente, codice fiscale, tessera sanitaria. Conoscere gli uffici: situazioni tipo presso gli uffici: poste, banca, ufficio turistico, comune, ospedale.

 

Educazione civica

prevedono la conoscenza del Sistema italiano, la struttura amministrativa e politica, la cittadinanza, l’accesso alle consultazioni politiche, le norme di convivenza e della pluralità religiosa. Gli argomenti trattati sono lo Stato Italiano e i suoi aspetti fondamentali, la Costituzione Italiana, la Cittadinanza Italiana, gli Organi dello Stato, il Governo, il Parlamento, la Corte Costituzionale, il Presidente della Repubblica, le modalità di elezione degli organi di governo, le Regioni, le Province, i Comuni; Diritti Fondamentali di Uguaglianza, Diritti di Libertà.

 

Educazione sanitaria

prevedono la conoscenza del Sistema Socio-Sanitario italiano, i servizi sul territorio e tratta di consultori familiari, violenza sui bambini e sulle donne, urgenze ed emergenze, prevenzione e uso dei farmaci, alimentazione, certificati medici, alcolismo, tossicodipendenze e tabagismo, tumori, diabete e malattie cardiovascolari, malattie infettive, epatite e tubercolosi, HIV, donazione del sangue, del midollo e degli organi, sicurezza sui luoghi di lavoro.


 

Modalità di accesso

I corsi si svolgeranno da novembre 2013 a giugno 2014.

Gli orari saranno concordati con i partecipanti, tenendo conto delle necessità di fare conciliare il lavoro e la cura di famiglia e figli.

 

Sede dei corsi: Matera in Recinto 1° D’Addozio, 1

Per informazioni: tel. 0835 333522  e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Per le iscrizioni: associazione tolbà, Via D’Addozio, 7 dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 17 

locandina