La nostra esperienza

In Italia:

1992 – 2005

  • Corsi gratuiti di lingua italiana presso la propria sede dal ’92.
  • Assistenza sanitaria, di base e specialistica, anche in assenza di garanzie, come prima della legge 40\ 98.
  • Dormitorio per circa 70 persone nel periodo della festa patronale dal ’92 al ’98, per garantire la sanità pubblica.
  • Campagne di sensibilizzazione presso le strutture sanitarie per facilitare l’accesso ad ospedali e ambulatori diagnostici anche per i cittadini stranieri non in regola con il permesso di soggiorno (prima della legge n. 40/98).
  • Partecipazione all’accoglienza di profughi albanesi nel ’97 e di profughi curdi nel ’98 attraverso l’attivazione di un ambulatorio gestito da medici volontari di Tolbà e sostenendo i bisogni della scolarizzazione e dell’accesso a strutture ricreative per i bambini, presso l’ex Istituto S. Giuseppe di Matera.
  • Dal 1997 attivazione di uno sportello informativo e di consulenza per i cittadini stranieri, richiedenti asilo e rifugiati aperto dal lunedì al sabato, gestito da persone specializzate e coadiuvato da interpreti e mediatori culturali.
  • Dal 1997 l’associazione lavora a stretto contatto con la Questura, la Prefettura e la Asl n.4, anche fornendo, all’occorrenza, traduttori e mediatori culturali.
  • Ottobre 2001 presentazione alla Regione Basilicata di una proposta di legge sui migranti, tendente a riconoscere alcuni fondamentali diritti di cittadinanza ai migranti con regolare permesso di soggiorno.
  • Progetto di mediazione culturale a favore di immigrati detenuti ex tossico dipendenti, nella Casa Circondariale di Matera, progetto EXTRA, con al realizzazione di sei numeri di un giornale multilingue, distribuito con il quotidiano locale “La Nuova Basilicata”.
  • Attività di corsi artigianali per ragazzi migranti e non; progetto le Cicale di integrazione dei ragazzi Rom in collaborazione con la Scuola Media Torraca di Matera.
  • Laboratori di letture multi lingue presso la Biblioteca Provinciale con il coinvolgimento di ragazzi migranti nella lettura nella propria lingua.

2006

  • SPRAR CATEGORIE VULNERABILI – Accoglienza, integrazione e tutela – (tra le attività di integrazione: corsi di lingua italiana e alfabetizzazione, sostegno scolastico per i minori, orientamento al lavoro, ecc.)
  • Sostegno scolastico pomeridiano per minori stranieri.
  • Pubblicazione di libri multilingue per bambini e adolescenti .
  • Insegnamento della lingua italiana a cittadini di paesi terzi .

2007

  • SPRAR CATEGORIE VULNERABILI – Accoglienza, integrazione e tutela – (tra le attività di integrazione: corsi di lingua italiana e alfabetizzazione, sostegno scolastico per i minori, orientamento al lavoro, ecc.)
  • Sostegno scolastico pomeridiano per minori stranieri.
  • Pubblicazione di libri multilingue per bambini e adolescenti.
  • Insegnamento della lingua italiana a cittadini di paesi terzi.

2008

  • SPRAR CATEGORIE VULNERABILI – Accoglienza, integrazione e tutela – (tra le attività di integrazione: corsi di lingua italiana e alfabetizzazione, sostegno scolastico per i minori, orientamento al lavoro, ecc.)
  • Sostegno scolastico pomeridiano per minori stranieri.
  • Pubblicazione di libri multilingue per bambini e adolescenti.

2009

  • SPRAR CATEGORIE VULNERABILI – Accoglienza, integrazione e tutela – (tra le attività di integrazione: corsi di lingua italiana e alfabetizzazione, sostegno scolastico per i minori, orientamento al lavoro, ecc.)
  • STORIE DA RACCONTARSI – Incontri itineranti nella Provincia di Matera per la promozione dell’intercultura.
  • AMICO LIBRO – Promozione dell’intercultura – laboratori di didattica interculturale presso scuole primarie della Regione Basilicata.
  • LE CICALE – Progetto volto al raggiungimento dell’integrazione di adolescenti rom attraverso percorsi interculturali fra alunni di scuola secondaria di primo grado di Matera.
  • Sostegno scolastico pomeridiano per minori stranieri.
  • Pubblicazione di libri multilingue per bambini e adolescenti.
  • Sportello informativo per immigrati nei 5 Comuni dell’Ambito Basso Basento nella provincia di Matera.
  • Sportello informativo per immigrati negli 8 Comuni dell’Ambito Basento Bradano nella provincia di Matera.

2010

  • Progetto SPRAR Categorie Vulnerabili del Comune di Matera. le attività svolte hanno riguardato l’integrazione scolastica dei richiedenti asilo, attraverso iniziative di informazione ed interventi integrativi ai programmi scolastici e sostegno specialistico (es. psicologico/pedagogico/socio-pedagogico); attività extra-didattiche quali eventi culturali, feste collettive e attività sportive.
  • Sostegno scolastico pomeridiano per minori stranieri.
  • Laboratori di lettura plurilingue presso la Biblioteca Provinciale di Matera.
  • Convegno in collaborazione con Università degli Studi della Basilicata e il Ministero dell’Istruzione “Insieme ma diversi nella scuola dei diritti”.
  • Pubblicazione di libri multilingue per bambini e adolescenti de “La Biblioteca di Tolbà”.
  • Sportello informativo per immigrati nell’ambito del Basso Basento.
  • Sportello informativo per immigrati nell’ambito del Basento – Bradano.
  • Progetto “Stop alle MGF! Conoscere, informare, prevenire” in collaborazione con l’Associazione Culturale Pediatri di Puglia e Basilicata: progetto sperimentale sulla ricerca e sul grado di conoscenza e percezione del fenomeno tra gli operatori socio-sanitari, seminari informativi, pubblicazione di un opuscolo informativo plurilingue.
  • Laboratorio di lingua e cultura cinese con approfondimenti sulla cultura cinese.

2011

  • Pubblicazione di libri multilingue per bambini e adolescenti de “La Biblioteca di Tolbà”.
  • Sportello informativo per immigrati nell’ambito del Basso Sinni.
  • Corso di lingua e cultura italiana.
  • Corso di educazione civica, orientamento al lavoro, servizio di assistenza familiare per cittadini italiani e stranieri residenti in Basilicata.
  • Progetto “Da stranieri a cittadini: il volontariato e la cittadinanza attiva” in collaborazione con coop. soc. La Mimosa, Associazione Treenet Studios. Ricerca sul grado di conoscenza del volontariato in Italia e nei Paesi di origine tra i cittadini di Paesi terzi, organizzazione di seminari e pubblicazione di un opuscolo informativo.

2012

  • Sportello informativo per immigrati nell’ambito del Basso Sinni.
  • Sportello informativo per immigrati per conto del Comune di Matera presso la Casa Circondariale. Sportello informativo e di mediazione interculturale.
  • Convegno “Buona salute a tutti. Sessioni di studio sulla medicina delle migrazioni”. 4 sessioni di studio sulla medicina delle migrazioni di cui 3 inerenti la solidarietà e i diritti umani, la salute e le migrazioni ed una inerente il volontariato.
  • Pubblicazione di libri multilingue per bambini e adolescenti de “La Biblioteca di Tolbà”.
  • Progetto “I libri raccontano…laboratori didattici sulle relazioni interculturali e la cooperazione”: ciclo di incontri e seminari formativi per insegnanti e studenti sull’utilizzo dei libri plurilingue de “La Biblioteca di Tolbà” e donazione di libri in 6 istituti scolastici della regione Basilicata.
  • Laboratori interculturale “Le scarpe viaggiano”: incontri per decostruire, insieme agli studenti italiani e non, la retorica delle “radici” e affermare l’importanza delle “scarpe” nel processo di interazione dei migranti con i luoghi in cui decidono di vivere e di approdo.

2013

  • Progetto “La valigia dei ventagli. Percorsi creativi per la conoscenza delle Mutilazioni Genitali Femminili”: incontri rivolti a studenti e insegnanti. Realizzazione di un documentario del percorso caratterizzato da laboratori di danza, canto, lettura. Seminari informativi sul tema.
  • Progetto SVE: accoglienza di un ragazzo tedesco e di una ragazza armena quali volontari del progetto SVE.
  • Sportello informativo per immigrati nel comune di Santeramo in Colle (Ba): sportello informativo per immigrati residenti nel comune di Santeramo in Colle (Ba). Corsi di lingua e cultura italiana.
  • Sostegno scolastico pomeridiano per minori stranieri.
  • Sportello informativo per immigrati nel comune di Matera. Sportello informativo e di mediazione interculturale presso la Casa Circondariale. Sostegno scolastico per minori stranieri presso le scuole della città di Matera; corsi di lingua e cultura italiana.

2014

  • Progetto “Minerva – lingua ed educazione civica per migranti”: progetto FEI Azione 1/2012; corsi di lingua italiana, educazione civica ed educazione sanitaria in favore di cittadini di Paesi terzi.
  • Progetto SPRAR MSNARA nel comune di Salandra in collaborazione con Ente Morale Pia Casa Marsilio. Ente attuatore; attività di orientamento ai servizi del territorio, attività di integrazione e tutela legale.
  • Progetto “S.O.C.I.A.L. S.P.R.E.A.D.”: Progetto FEI Azione 1/2012; attività formative (trasferimento e manutenzione delle competenze), seminari sui GrIS e giornate di sensibilizzazione sulla Consulta Regionale degli Immigrati.
  • Progetto “Samarcanda – sulla strada dell’inclusione scolastica”: progetto FEI Azione 3/2013; attività tese a contrastare l’abbandono scolastico dei minori stranieri cittadini di Paesi terzi e all’integrazione all’interno delle istituzioni scolastiche. Doposcuola e attività sportive e creative extrascolastiche. Formazione degli insegnanti.
  • Progetto SPRAR Matera Ordinari: partenariato con l’Ente Attuatore, coop. soc. Il Sicomoro, per conto del Comune di Matera. Attività di integrazione in favore dei beneficiari del progetto.

2015

  • Progetto “Samarcanda – sulla strada dell’inclusione scolastica”: progetto FEI Azione 3/2013; attività tese a contrastare l’abbandono scolastico dei minori stranieri cittadini di Paesi terzi e all’integrazione all’interno delle istituzioni scolastiche. Doposcuola e attività sportive e creative extrascolastiche. Formazione degli insegnanti.
  • Progetto SPRAR MSNARA del Comune di Salandra, riguardante i minori stranieri non accompagnati richiedenti asilo, triennio 2014-2016. Le azioni promosse e di cui l’associazione si è occupata nell’ambito di detto progetto, hanno riguardato la formazione linguistica dei beneficiari accolti con l’attivazione di corsi di italiano, attività di integrazione e conoscenza del territorio e supporto legale. Nell’ottica dell’importanza del mantenimento della propria cultura di origine, la formazione linguistica promossa ha avuto come metodologia di intervento la valorizzare della lingua d’origine dei beneficiari attraverso uno scambio interattivo con l’operatore preposto alla formazione. Le attività di integrazione attivate hanno riguardato l’accesso al mondo del lavoro attraverso l’avviamento di tirocini formativi extra-curriculari nonché l’orientamento alle diverse possibilità alloggiative. L’assistenza legale ha basato la sua attività al supporto del beneficiario per l’audizione in Commissione Territoriale ai fini del riconoscimento dell’eventuale protezione internazionale.
  • Progetto SPRAR del Comune di Matera dell’anno 2015, realizzato in collaborazione con la Cooperativa sociale Il Sicomoro. Nel coerente impegno associativo, le attività svolte hanno riguardato l’integrazione scolastica dei richiedenti asilo, attraverso iniziative di informazione ed interventi integrativi ai programmi scolastici e sostegno specialistico (es. psicologico/pedagogico/socio-pedagogico); attività extra-didattiche quali eventi culturali, feste collettive e attività sportive.
  • Sportello informativo per immigrati: servizi informativi di prima accoglienza, informazioni sui servizi socio-sanitari presenti sul territorio e sul sistema scolastico. Inoltre, lo sportello fornisce informazioni e supporto legali riguardanti documenti di soggiorno e mediazione linguistico-culturale nei vari uffici amministrativi (questura, prefettura, patronato).
  • Nell’ottica di rendere sensibili le nuove generazioni al fenomeno dell’immigrazione ed all’evoluzione dello stesso, è stato attivato il progetto del Servizio Civile Nazionale, della durata annuale con l’accoglienza presso la sede dell’Associazione di due volontari del Servizio Civile Nazionale, che sono stati coinvolti in tutte le attività ordinarie e in tutti i progetti di cui si è occupata l’associazione con l’obiettivo di formare nuove figure professionali che possano lavorare nel campo dell’immigrazione.
  • La Biblioteca di Tolbà: attraverso i libri e le favole illustrate plurilingue, La Biblioteca di Tolbà ha il duplice scopo di cercare di diffondere le culture “altre” come portatrici di valore e di arricchimento alla nostra cultura e di sensibilizzare i lettori su progetti di sostegno e di cooperazione in Paesi che necessitano di cooperazione per lo sviluppo.

2016

  • Sostegno scolastico pomeridiano volontario rivolto a studenti stranieri frequentanti la scola primaria e secondaria di primo grado della città. Il servizio, è stato attivato a gennaio 2016 presso dell’I.C. Torraca di Matera attraverso apposito accordo siglato tra le parti. La scelta di uno spazio all’interno di detto istituto scolastico è nata dalla centralità che lo stesso ha in relazione alla sua posizione territoriale facilmente raggiungibile. I volontari impegnati hanno rivolto la propria azione e professionalità per il superamento del divario scolastico presente in alcuni alunni stranieri non tralasciando la valenza di socializzazione che un contesto scolastico deve esprimere per propria natura.
  • Supporto scolastico volontario durante l’orario curriculare presso gli I.C. della città. Si è posto in essere un servizio di per meglio rispondere ai bisogni degli alunni coinvolti. Il servizio si è interrotto a giugno 2016 in concomitanza con la chiusura dell’anno scolastico.
  • Progetto “Scuola-Volontariato-Cittadini di sana e libera costituzione” realizzatosi nella prima metà del mese di aprile 2016 presso l’I.C. “Don Liborio Palazzo Salinari” di Montescaglioso, voluto da CSV, ha visto il coinvolgimento di due classi terze in percorsi laboratoriali sul tema “Sicurezza e libertà” della durata di dodici ore. Attraverso questo binomio si è spronati i ragazzi protagonisti a riflettere sul reale significato delle parole poste in relazione al tema dell’immigrazione e alla loro idea sul fenomeno migratorio. Si è approfondito il lessico dell’immigrazione chiarendo il significato di alcuni termini quali rifugiato, richiedente asilo, clandestino basandosi sugli aspetti giuridici, sociali e culturali del fenomeno migratorio.
  • A settembre 2016 con durata annuale si sono accolti altri due volontari di Servizio Civile Nazionale per l’annualità 2016-2017.
  • Sostegno scolastico multiculturale nell’ambito dei Progetti Innovativi Volontariato 2016 promossi dalla Regione Basilicata rivolto a studenti stranieri frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado della città di Matera con le quali sono in essere accordi di partenariato formali ed informali;
  • Corsi gratuiti di lingua e cultura italiana per stranieri.
  • Progetto “Maestro virtuale”, campagna di informazione sulla corretta alimentazione degli alunni della scuola primaria dell’I.C. Semeria di Matera.

2017

  • Progetto Sprar – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – categoria “MSNA” – annualità ’ 2017/2019 – Comune di Salandra. Le azioni promosse e di cui l’associazione si è occupata nell’ambito di detto progetto, hanno riguardato l’accoglienza e la presa in carico di n. 10 MSNA, la formazione linguistica dei beneficiari accolti con l’attivazione di corsi di italiano, l’attività di integrazione e la conoscenza del territorio e il supporto legale. Nell’ottica dell’importanza del mantenimento della propria cultura di origine, la formazione linguistica promossa ha avuto come metodologia di intervento la valorizzare della lingua d’origine dei beneficiari attraverso uno scambio interattivo con l’operatore preposto alla formazione. Le attività di integrazione attivate hanno riguardato l’accesso al mondo del lavoro attraverso l’avviamento di tirocini formativi extra-curriculari nonché l’orientamento alle diverse possibilità alloggiative. L’assistenza legale ha basato la sua attività al supporto del beneficiario per l’audizione in Commissione Territoriale ai fini del riconoscimento dell’eventuale protezione internazionale.
  • Progetto Sprar – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – categoria “MSNA” – annualità ’ 2017/2019 – Provincia di Potenza. Le azioni promosse e di cui l’associazione si occupa nell’ambito di detto progetto, riguardano l’accoglienza, la tutela e l’integrazione di n. 10 minori stranieri non accompagnati.
  • Progetto Sprar – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – categoria “MSNA” – annualità ’ 2017/2019 – Comune di Rionero in Vulture. Le azioni promosse e di cui l’associazione si occupa nell’ambito di detto progetto, riguardano, la tutela e l’integrazione di n. 10 minori stranieri non accompagnati.
  • Programma Fami – Fondo asilo, migrazione, integrazione – 2014 – 2020 – Coprogettazione, organizzazione e gestione dei servizi per l’accoglienza, la tutela e l’integrazione di minori stranieri non accompagnati nell’ambito della rete Sprar – Potenziamento della capacità ricettiva del sistema di seconda accoglienza dei minori stranieri non accompagnati (MSNA) – Comune di Nova Siri per un n. 15 minori.
  • Programma Fami – multi-azione – Fondo asilo, migrazione, integrazione – 2014 – 2020 – Regione Basilicata – azione 02 – “Piano di intervento per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi”- Progetto “Servizi Integrati di Accoglienza – SIA” . In qualità di partner di progetto l’associazione si occupa della gestione degli sportelli PUA (Punti unici di accesso) e della formazione dei facilitatori.
  • Progetto “IAP – Integrazione Accoglienza Partecipazione” – Comune di Nova Siri- Finanziato dal fondo FAMI 2014-2020 in qualità di partner di progetto. Detto progetto è volto a realizzare interventi a sostegno dei beneficiari di protezione internazionale in uscita dal sistema di accoglienza offerto dalla rete SPRAR fornendo strumenti utili all’inserimento nel tessuto economico e sociale italiano.
  • Sportello informativo per immigrati con la realizzazione di servizi informativi di prima accoglienza. Lo sportello fornisce informazioni sui servizi socio-sanitari presenti sul territorio e sul sistema scolastico, informazioni e sopporto legali riguardanti documenti di soggiorno e mediazione linguistico-culturale nei vari uffici amministrativi (questura, prefettura, patronato).
  • Sostegno scolastico pomeridiano volontario rivolto a studenti stranieri frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado della città. Il servizio è stato attivato a ottobre 2017. I volontari impegnati hanno rivolto la propria azione e professionalità per il superamento del divario scolastico presente in alcuni alunni stranieri non tralasciando la valenza di socializzazione che un contesto scolastico deve esprimere per propria natura.
  • Servizio di supporto scolastico volontario durante l’orario curriculare per meglio rispondere ai bisogni degli alunni degli II.CC. della città.
  • La Biblioteca di Tolbà, attraverso i libri e le favole illustrate plurilingue, ha il duplice scopo di cercare di diffondere le culture “altre” come portatrici di valore e di arricchimento alla nostra cultura e di sensibilizzare i lettori su progetti di sostegno e di cooperazione in Paesi che necessitano di cooperazione per lo sviluppo.
  • Servizio Civile Nazionale annualità 2016-2017. A settembre 2016 con durata annuale si sono accolti due volontari di Servizio Civile Nazionale il cui percorso si è concluso nel corso del 2017. Nell’ottica di rendere sensibili le nuove generazioni al fenomeno dell’immigrazione ed all’evoluzione dello stesso, l’associazione è da anni partner di Focus Casa dei Diritti di Roma in qualità di sede di attuazione del progetto del Servizio Civile Nazionale, I volontari accolti sono stati coinvolti in tutte le attività ordinarie e in tutti i progetti di cui si occupa l’associazione con l’obiettivo di formare nuove figure professionali che possano lavorare nel campo dell’immigrazione.
  • A settembre 2017 con durata annuale si sono accolti due volontari di Servizio Civile Nazionale per l’annualità 2017-2018. I volontari accolti, coinvolti in tutte le attività ordinarie e in tutti i progetti di cui si occupa l’Associazione, hanno terminato il proprio percorso a settembre 2018.
  • Tirocini formativi universitari attraverso convenzioni con l’Università degli Studi di Bari, l’Università degli Studi di Lecce, e Consorzio Emmanuel. Nel corso dell’anno si sono accolti, in maniera scaglionata, quattro tirocinanti che hanno avuto modo di sperimentare sul campo quanto previsto dal proprio piano di studi. I tirocinanti accolti hanno preso parte alle attività dell’associazione attinenti soprattutto al sostegno scolastico, alla formazione e all’accoglienza.
  • Sostegno scolastico multiculturale nell’ambito dei Progetti Innovativi Volontariato 2016 promossi dalla Regione Basilicata rivolto a studenti stranieri frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado della città di Matera con le quali sono in essere accordi di partenariato formali ed informali;

2018

  • Corsi gratuiti di lingua e cultura italiana per stranieri.
  • Sede attuazione SVE – Servizio Volontario Europeo con l’accoglienza di n. 2 volontarie, rispettivamente di nazionalità turca e spagnola.
  • Progetto “Raccontami la tua vita” in collaborazione con l’Unitep di Matera incentrato su delle interviste a cinque immigrati residenti nella città di Matera.
  • Progetto SPRAR MSNA del Comune di Salandra, per l’accoglienza dei minori stranieri non accompagnati richiedenti asilo, triennio 2017-2019. Le azioni promosse e di cui l’associazione si occupa nell’ambito di detto progetto,  riguardano l’accoglienza, la tutela e l’integrazione di n. 10 minori stranieri non accompagnati.
  • Progetto Sprar – Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati – categoria “MSNA” – annualità ’ 2017/2019 – Provincia di Potenza. Le azioni promosse e di cui l’associazione si occupa nell’ambito di detto progetto,  riguardano l’accoglienza, la tutela e l’integrazione di n. 10 minori stranieri non accompagnati.
  • Programma Fami – Fondo asilo, migrazione, integrazione – 2014 – 2020 – Coprogettazione, organizzazione e gestione dei servizi per l’accoglienza, la tutela e l’integrazione di minori stranieri non accompagnati nell’ambito della rete Sprar -Potenziamento della capacità ricettiva del sistema di seconda accoglienza dei minori stranieri non accompagnati (MSNA) – Comune di Nova Siri.
  • Progetto Sprar MSNA – Comune di Rionero in Vulture –  servizi per la tutela e l’integrazione di minori stranieri non accompagnati per n.10 posti di accoglienza.
  • Programma Fami – multi-azione – Fondo asilo, migrazione, integrazione – 2014 – 2020 – Regione Basilicata  azione 02 e azione 03 – “Piano di intervento per L’integrazione dei cittadini di paesi terzi” – Gestione sportelli PUA (Punti unici di accesso).
  • Progetto “IAP – Integrazione Accoglienza Partecipazione” – Comune di Nova Siri- Finanziato dal fondo FAMI 2014-2020 in qualità di partner di progetto.
  • Servizio Civile Nazionale per l’annualità 2017-2018.
  • A gennaio 2018 si è accolta presso l’associazione una tirocinante nell’ambito del programma regionale Garanzia Giovani.
  • Progetto Silent Academy rientrante nelle attività della Fondazione Matera – Basilicata 2019,  in partenariato con soc. coop Il Sicomoro, per l’attivazione di processi e percorsi virtuosi di riconoscimento dei talenti di cui i migranti sono portatori, attraverso la proposta di attività laboratoriali.
  • Corsi gratuiti di lingua e cultura italiana per stranieri.
  • Sportello informativo per immigrati.
  • La Biblioteca di Tolbà.
  • Servizio Civile Nazionale per l’annualità 2018/2019 con accoglienza di n. 2 volontari.
  • Servizio Volontario Europeo 2018/2019 con l’accoglienza di n. 2 volontari.
  • Sostegno scolastico multiculturale volontario in orario curriculare presso gli I.C. della città.
  • Sostegno scolastico pomeridiano volontario rivolto a studenti stranieri frequentanti le scuole primarie e secondarie di primo grado della città. Il servizio, è stato attivato a ottobre 2018.
  • Progetto “A scuola di giovani talenti” di cui ente capofila è Focus – Casa dei Diritti Sociali e l’Associazione Tolbà è sede di attuazione del progetto. Obiettivo di tale progetto è il contrasto al fenomeno della dispersione scolastica, attraverso interventi negli II.CC. della città di Matera e attività di formazione degli operatori coinvolti.

All’estero:

  • Ristrutturazione del reparto pediatrico dell’ospedale di Girokastro (Albania) nel ’94
  • Costruzione di una scuola e di un ambulatorio per i ROM a Girokastro nel ’98, con il contributo della Regione Basilicata;
  • Programma didattico e ludico della durata di circa un anno a Posusje, in Bosnia da luglio ’94 a febbraio ’95;
  • Progetto Maya, per la comunicazione fra profughi bosniaci in Italia e parenti rimasti a Mostar, attraverso il trasporto di videomessaggi, lettere e pacchi.
  • Centro di accoglienza di Kosovari in Albania nel ’99.
  • Progetto Eugenia, per la prevenzione della Talassemia in Albania, nelle città di Valona, Fier e Lushnje, in collaborazione con ADMO, ADVOS, Associazione Talassemici, Finis terrae e Legambiente;
  • Screening sulla talassemia nel Distretto di Lushnjie novembre-dicembre 2006 su trecento ragazzi;
  • Nel 2004 donazione di 2500 ulivi al Comune di Betlemme;
  • Nel 2006 raccolta fondi per sostenere la costruzione della casa per orfani a Andichioorani nel sud dell’India;
  • Nel 2005 raccolta fondi per ristrutturare l’asilo di profughi tibetani nella regione di Orissa;
  • Nel 2005 raccolta fondi per il progetto di elettrificazione della regione di Madunda in Tanzania, promosso da Legambiente del Friuli Venezia Giulia;
  • Dal 2004 al 2006 sostegno per un ambulatorio mobile oftalmico al dottor Aziz Abdulkadir in Somalia;
  • Fornitura delle attrezzature per un ambulatorio di Pronto intervento a Golem, Albania, febbraio 2008;

Editoria solidale: La biblioteca di Tolbà.

Per finanziare i nostri progetti pubblichiamo libri di favole di scrittori stranieri e italiani sui temi dell’identità culturale, della solidarietà e delle migrazioni.

La peculiarità dei nostri libri è il plurilinguismo, accompagnato da illustrazioni d’impatto in modo da essere anche validi strumenti didattici per le scuole, nell’ottica di superamento dell’etnocentrismo che spesso causa rigidità culturale e intolleranza. Tutti coloro che partecipano alla realizzazione di queste pubblicazioni lo fanno a titolo gratuito e l’intero ricavato della vendita è interamente destinata a progetti che si prefiggono di sostenere la nostra mission.

L’Editoria Solidale consente di diffondere e promuovere le culture dei diversi paesi di provenienza degli immigrati e soprattutto di reperire fondi necessari per sostenere progetti di cooperazione internazionale, inoltre supporta anche le attività dell’associazione a sostegno di quelle famiglie di immigrati che non rientrano in progetti ad hoc.

Tale disponibilità di fondi permette di poter offrire un pratico sostegno agli stranieri, ovvero le nostre attività, quali ad esempio lo Sportello Informativo, il Corso di Italiano, il Sostegno Scolastico, il Doposcuola e i Laboratori.

Il tutto si traduce in consulenza gratuita nello svolgimento delle pratiche burocratiche (permessi di soggiorno, ricongiungimenti familiari, istanze al tribunale per i minorenni, attività di mediazione, ecc.), la ricerca di un alloggio, sostegno a livello sanitario e una concreta attività di accompagnamento al lavoro e di formazione mirata alla ricerca del lavoro e al raggiungimento dell’indipendenza economica per una reale inclusione nella società ospitante. L’associazione ha in tal senso stipulato protocolli d’intesa con la C.N.A., attuando così una collaborazione che favorisce l’incontro tra la domanda delle imprese locali e l’offerta. Nodale è il supporto costante all’apprendimento della lingua italiana e all’inserimento scolastico, coprendo beneficiari di tutte le fasce di età.

L’editoria solidale finanzia anche progetti di cooperazione in Italia e all’estero promosse da diverse ONG e associazioni che richiedono la collaborazione di Tolbà per la raccolta fondi.

Riconoscimenti:

  • 1998 – Premio Nazionale della Fondazione del Volontariato per l’attività di collaborazione con gli Enti Pubblici.
  • 1999 – Premio Phralipè dell’Associazione Them Romanò per l’intensa attività a favore dei Rom.
  • 2000 – Premio della Polizia di stato di Matera per l’impegno a favore dei bambini stranieri con problemi di salute.
  • 2001 – Premio nazionale del Ministero dei Beni culturali per il libro “C’era una volta, sulle montagne dei mille Laghi…..” per il valore umano e sociale del libro.
  • 2002 – Menzione speciale al Premio Anima dell’Unione degli industriali di Roma per il libro multi lingue “…e vissero quasi tutti felici e contenti.
  • Premio della Regione Basilicata “Donna dell’anno” alla coordinatrice dei progetti per l’intensa attività a favore dei diritti dei migranti.
  • 2007 – Riconoscimento dell’UNITEP alla coordinatrice dei progetti dell’Università per la terza età e l’educazione permanente, per l’impegno a favore dei diritti dei migranti.
  • 2015 – Menzione per la Giornata Internazionale del Volontariato presso il Quirinale.