Gruppo 4 – Le tre storie della natura (Las tres Historiai de la Naturaleza)

L’ALBERELLO BRONTOLONE

C’era una volta un piccolo albero che voleva la magia per fare tante cose. Il papà gli diceva: «Non lamentarti perché prima o poi l’avrai». Ogni giorno l’alberello diceva: «Voglio essere magico, voglio essere magico», ma il papà gli rispondeva: «Prima o poi l’avrai». Un giorno, l’alberello non pronunciò più quelle parole perché non aveva senso e poi perdeva solo tempo. Dopo un po’, come per incanto, all’alberello gli fu data la magia, e lui diventò molto felice perché finalmente poteva trasformare alcuni oggetti in giocattoli per far divertire i bambini bisognosi.

LA GALLINA DISPETTOSA

C’era una volta una gallina che non voleva fare le uova. Un giorno il contadino andò a prendere le uova, ma non trovò nulla, e pensò: «Perché non fa le uova? Forse perché non le do da mangiare?». Il giorno dopo il contadino andò dalla gallina a metterci il mangime. Ma la gallina continuava a non fare le uova. Allora pensò: «Come faccio a mangiare se la gallina non mi fa le uova?». Passò un giorno, due giorni, una settimana…ma niente; poi finalmente si decise a mangiare e fece le uova.

IL POMODORO SOGNATORE

Un pomodoro desiderava andare in giro per il mondo, ma non riusciva a staccarsi dalla pianta perché non era maturo per questo si arrabbiava. Un suo amico lo consolò dicendo che quando sarebbe stato maturo il contadino lo avrebbe colto. Ad un certo punto un albero vicino gli chiese: «Perché vuoi essere colto così in fretta?» e il pomodoro rispose: «Voglio diventare il pomodoro più famoso del mondo!». L’albero disse: «Io non sarei tanto felice se fossi in te!». Il pomodoro chiese: «Perché?». L’albero rispose: «Il contadino ti trasformerà in sugo per pasta». Allora il pomodoro capì che essere colti non era una cosa bella. Il giorno dopo il pomodoro era maturo del tutto e il contadino lo colse e diventò salsa di pomodoro e dovette rinunciare al sogno di andare in giro per il mondo.