La pace che facciamo

E’ un’azione di cooperazione allo sviluppo e alla pace nel Kurdistan iracheno, nell’area rurale di Sangaw a favore di ventimila persone e in quelle metropolitane di Kirkuk e Sulaymanya a favore di due milioni di persone. L’obiettivo è di ristabilire la funzionalità di servizi essenziali per migliorare la vita della comunità. In ambito strutturale l’impegno è di censire i pozzi per l’erogazione dell’acqua e di realizzarne di nuovi per sostenere l’agricoltura e la pastorizia. In ambito sociale è previsto il sostegno alla scolarizzazione e a campagne educative per il miglioramento dell’alimentazione e dell’igiene. In ambito sanitario esiste l’impegno a migliorare il presidio medico di Sangaw e dotarlo di attrezzature per la cura di malattie ematiche, soprattutto la talassemia e l’emofilia. Il progetto è realizzato con la collaborazione del Governo regionale kurdo, con il coinvolgimento delle associazioni kurde e con il sostegno della Regione Marche, della Provincia e del Comune di Macerata. Tolbà contribuisce con la donazione al Gus del libro C’è un fiume nella vita di Ran, tradotto in finlandese, curdo e albanese.