R. L. – Il sogno di Paul

Nel 1995 nell’orfanotrofio Occhi era arrivato un altro bambino dall’età molto piccola, era arrivato fin l’ha perché i genitori stavano divorziando e non volevano che lui doveva subire questa tragedia. Paul era il nome del bambino lui era dolce con capelli arruffati era arrivato in una cesta con una coperta e al collo un bavaglino con il suo nome scritto sopra. Paul per molti anni era restato in orfanotrofio, all’età di 5 anni Paul comincia a pensare alla sua mamma e perché l’aveva lasciato. Mentre guarda le foto della mamma pensa fra se e se:-quanto sei bella mamma vienimi a prendere, corri mamma corri, corri -. Ogni sera Paul andava a letto piangendo ma una sera dalla finestra c’era un bambino con una veste e un ombrello che si chiamava Radn lui fece girare velocemente l’ombrello e in un batterdocchio su una nave dei pirati, che in un secondo li inseguivano con cartelli appuntiti e li dirigevano in mare si trovavano con i vampiri e infine in una barca dove cadevano petali di fiore rosa e la sul ponte c’era la sua mamma che gridava il suo nome-: PAUL,PAUL,PAUL- e di nuovo in un secondo si trovarono nell’orfanotrofio OCCHI e Paul come per miracolo dormiva e non ricordava niente di nessuno e il giorno precedente una signora col marito che vennero a prendere Paul e per Paul quello fu il suo giorno speciale e anche il suo compleanno.