Relazione degli incontri nelle scuole dell’infanzia e primarie ‘La scuola del quartiere’

Relazione degli incontri nelle scuole dell’infanzia e primarie ‘La scuola del quartiere’.

Il progetto è iniziato il 20 aprile. Ogni sabato andavamo alla scuola materna ed elementare per insegnare ai bambini un po’ di lingue straniere.

Ad una scuola materna abbiamo insegnato i numeri in arabo, tedesco ed armeno. Abbiamo raccontato una favola bellissima ed abbiamo cantato una canzone in armeno e abbiamo insegnato la canzone ‘Pianta questo seme’. Che allegria, che felicità, che gioia! Erano circa 100 bambini, a volte gridavano, a volte facevano confusione, ma erano simpaticissimi, si sono divertiti e ci hanno fatto sentire bambini.

Alla scuola elementare invece abbiamo raccontato una favola, abbiamo insegnato i numeri in armeno, poi i giorni della settimana, i nomi dei mesi, le stagioni in tedesco, arabo, russo ed armeno. Abbiamo tradotto varie parole sempre in queste lingue. I ragazzi erano curiosissimi di imparare nuove parole, nuovo alfabeto. Abbiamo lasciato anche un gioco con l’alfabeto cirillico, arabo ed armeno.

In un’altra scuola materna Graziella Cormio ha letto una favola, ‘La fragranza del manderino’. Poi abbiamo insegnato parole in varie lingue. Le parole le abbiamo scritte su dei cartoncini e li abbiamo regalati alla scuola. Anche lì abbiamo insegnato la canzone ‘Pianta questo seme’ e l’abbiamo cantata insieme ai bambini!   

Insomma, il progetto ha avuto un gran successo, siccome i bambini erano interessati ad imparare nuove lingue e scoprire nouve realtà, scoprire l’esistenza di un piccolo paese che si chiama Armenia, e conoscere delle persone straniere che essendo non-italiani,  parlano la loro madre lingua, l’italiano, ma hanno la propria madre lingua-tedesco ed armeno. Questo ha fatto capire che non è impossibile imparare nuove lingue, che le lingue straniere sono belle ed interessanti. E la cosa più importante che hanno imparato è che gli uomini hanno i piedi non le radici e si muovono.

Nona Simonyan